Tecniche di Procreazione Assistita

Fecondazione In Vitro Eterologa con ovodonazione o doppia donazione

La fecondazione eterologa è una tecnica di procreazione assistita che consiste nell'inseminare gli ovuli di una donatrice con gli spermatozoi del partner maschile della donna ricevente (ovodonazione). Se la donna non ha un partner maschile o se quest'ultimo presenta un'insufficiente qualità o quantità di spermatozoi, si utilizza lo sperma di un donatore proveniente dalla banca del seme per effettuare l'inseminazione in vitro degli ovuli della donatrice (doppia donazione).

La fecondazione eterologa, tecnicamente, è una fecondazione in vitro con ovuli di donatrice, ossia l'unione tra l'ovulo e lo spermatozoo avviene in laboratorio. Gli embrioni vengono tenuti alcuni giorni in coltura fino al giorno del trasferimento embrionale, momento in cui vengono inseriti nell'utero della donna ricevente.

La fecondazione eterologa è la tecnica di procreazione assistita con il tasso di gravidanza più alto, pari quasi al 70%.

Legalmente, una donna può sottoporsi a una donazione di ovuli fino all'età di 50 anni.

La donazione di ovuli è anonima, volontaria e altruista, per cui la donna donatrice e la donna ricevente non potranno mai conoscere le rispettive identità.

La legge stabilisce che, a tutti gli effetti legali, la ricevente degli ovuli sarà la madre legale del figlio concepito.

Fecondazione eterologa - Infografica

Procedura della fecondazione eterologa

  1. Trattamento ormonale. Preparazione dell'endometrio per ottenere la maggiore ricettività e la massima probabilità di gravidanza al momento del trasferimento embrionale.
  2. Inseminazione in vitro degli ovuli della donatrice. Gli ovuli vengono inseminati in laboratorio.
  3. Coltura embrionale. Gli embrioni risultanti vengono tenuti in laboratorio in condizioni ottimali per il loro sviluppo fino al momento del trasferimento embrionale.
  4. Trasferimento embrionale. L'embrione con il maggiore potenziale di gravidanza viene trasferito nell'utero della donna ricevente.
  5. Vitrificazione di embrioni. Gli embrioni di buona qualità che non vengono trasferiti, si congelano con la tecnica di vitrificazione e si mantengono congelati per futuri tentativi.

La donazione di ovuli FASE PER FASE

Tecniche complementari

Selezione di donatori/donatrici e prove effettuate

Quando è indicata la donazione di ovuli?

La donazione di ovuli è la tecnica scelta nei casi in cui la donna non abbia ovuli di qualità sufficiente per riuscire a rimanere incinta:

  • Donne con età avanzata
  • Ridotta riserva ovarica
  • Menopausa precoce
  • Ripetuti fallimenti in precedenti cicli di FIVET (fallimenti di fecondazione, di impianto, aborti ricorrenti, ecc.)
  • Malattie genetiche

Questo sito web utilizza i cookie per raccogliere informazioni statistiche sulla navigazione. Se si continua la navigazione, si consideri che si accetta il suo utilizzo.   Più informazioni.

X